caffetrussardi.jpg
Sommerso di avvisi ai golosi per il cenone di domani, ultimo dell’anno, mi riscalda il cuore sapere che c’è almeno una persona che pensa all’indomani, a chi il 1° gennaio si sveglierà o rientrerà a Milano e avrà voglia di mangiare un buon boccone e bere un buon bicchiere di vino, cosa praticamente impossibile ovunque, non solo nel capoluogo lombardo.

Chiuso il ristorante al primo piano, Andrea Berton farà gli onori di casa al Cafè Trussardi dalle 10 del mattino alle 9 della sera con un brunch dolce e salato che mi fa già acquolinare al solo pensare che potrò addentare la Baguette integrale con prosciutto di maiale iberico Joselito Gran Reserva.