Ristoranti


risto_08ragusa.jpg

L’amico e collega Guido Mattioni, reduce da un memorabile relax siciliano, mi raccomanda il ristorante Il Consiglio di Sicilia a Donnalucata, che vuole dire il mare di Scicli in provincia di Ragusa, telefono 0932.938062 oppure 340.944892.

 

Chi lo conosce per favore, il ristorante non Guido? Quali sono i piatti forti dello chef? Un grande grazie.

trattoriadelfalco1.jpg

So ben poco, in presa diretta intendo, di Gaya Molino se non che è una ristoratrice e cuoca mia amica in facebook, piazza dove ho avuto modo di apprezzarne garbo e misura. La bella nuova è lo splendore della sua (e della sua metà Daniele Iannacci) Trattoria del Falco sulle colline alle spalle di Finale Ligure in provincia di Savona, al numero 14 di via Manie in località Monte, telefono 019.601311 oppure 393.1341184.

 

Le foto sono un invito ad andarla a trovare. Io ad agosto non ho modo, ma spero che altri lo facciano prima di me e non si tengano l’esperienza segreta ma me la raccontino.
trattoriadelfalco2.jpg

baluardologo.jpg

Mi fa piacere sapere che Marc Lanteri abbia superato il periodo di rodaggio del Baluardo, il ristorante suo e di sua moglie Amy Bellotti a Mondovì in provincia di Cuneo, 0174.330244, 338.7001914, una nuova avventura che festeggeranno martedì prossimo con la presentazione della carta estiva.

Il Baluardo, che se ne sta in Piazza d’armi 2, è un nome che evoca difesa, protezione, resistenza da ultimi uomini assediati tanto che quando il linguaggio delle cronache sportive era intriso di retorica, uno come Tarcisio Burgnich era invariabilmente l’ultimo baluardo prima della porta. La cucina di Marc è una felice contaminazione tra Provenza e Piemonte, tra mare e montagna, tanto che, a parte gli edifici e le strutture della piazza che giustificano il nome, lo stesso va intenso come difesa della qualità, non di questa o quella tradizione.

ilbaluardo09.jpg

temporitrovato.jpg

In un lunedì di assoluta tristezza, c’è chi fa sapere di essersi rialzato dai suoi problemi. La mareggiata che lo scorso 24 gennaio flagellò la Riviera Ligure di Ponente, a Bordighera si portò via, tra le tante cose, anche il ristorante il Tempo Ritrovato. Che riapre domani, 7 aprile, sempre in Liguria, sempre in provincia di Imperia, ma ben lontano dal mare. Valeria, Fabrizio e Franco sono rimasti infatti stregati da Dolceacqua, in particolare dall’Osteria dell’Acqua Dolce al 33 di via Patrioti Martiri, che è la strada principale del paese tanto da essere chiamata u cursu, il corso.

Purtroppo, siccome siamo in Italia, è sempre difficile che tutto funzioni a meraviglia. Così la neonata trattoria, dal nome chilometrico Osteria dell’acqua dolce… quelli che il Tempo ritrovato, ha il numero di telefono, 0184.205032, ma ancora non la linea. Per informazioni e prenotazioni chiamare così il 320.3339444.

fratellisposito.jpgRicevo da Tiziana Pittia, ufficio stampa dei JRE italiani, questo comunicato e volontieri lo pubblico:

Porte aperte a sei nuovi chef all’associazione Giovani Ristoratori d’Europa.

 

Il 2009 porta sei new entry tra i membri dei Jeunes Restaurateurs d’Europe. Sei promesse del panorama della ristorazione italiana. Sei grandi nomi che sicuramente sentiremo nominare spesso da qui in avanti.

I nuovi ingressi sono stati decisi dai soci dell’associazione e andranno a rendere sempre più forte e importante questo gruppo di chef entusiasti del proprio lavoro e decisi a far parte dei questa grande famiglia il cui motto internazionale è “talento e passione”.

Ecco i nomi.

Alberto Tonizzo, chef del ristorante Al Ferarut di Rivignano (UD), una punta di diamante della cucina di pesce locale. Molto giovane e molto promettente, ricco di idee e creatività, continua con successo l’attività avviata dai genitori nello storico ristorante fondato dal padre nel 1964.

Marcello Trentin, diploma delle Belle Arti e la cucina nel DNA; con l’ambizioso progetto di ridare a Torino l’alta cucina ha creato nel 2003 il ristorante Magorabin.

Marco Stabile, 33 anni, toscano, con un curriculum di tutto rispetto, gestisce da qualche anno l’elegante ristorante Ora D’Aria di Firenze dove propone piatti toscani, raffinati e mai banali, dedicandosi con passione anche all’insegnamento.

Cristiano Tomei, giovane autodidatta, diplomato all’istituto nautico ha presto compreso che la sua vita sarebbe stata la cucina. Dopo alcune brevi esperienze ha dato vita al ristorante La Cucina dell’Imbuto a Viareggio (LU).

Francesco Sposito, stella Michelin già a 25 anni, e il fratello Mario (nella foto), spinti da una grande passione, si dedicano all’attività di famiglia nel ristorante Taverna Estia di Brusciano (NA).

Cristiano Andreini. grazie alle esperienze all’estero e agli insegnamenti del papà, propone una cucina ricca di classe e originalità presso il ristorante Andreini di Alghero (SS) che gestisce insieme al fratello.

I nuovi chef ammessi a far parte dell’associazione verranno presentati lunedì 2 febbraio alle ore 13 sul palco di Identità Golose nell’ambito dell’assemblea annuale JRE Italia.

 

7 gennaio 2009

 

I NUOVI INGRESSI

Ristorante AL FERARUT – Chef Alberto Tonizzo – Rivignano (Udine)

Ristorante MAGORABIN – Chef Marcello Trentini – Torino

Ristorante ORA D’ARIA – Chef Marco Stabile – Firenze

Ristorante LA CUCINA DELL’IMBUTO – Chef Cristiano Tomei – Viareggio (Lucca)

Ristorante TAVERNA ESTIA – Chef Mario e Francesco Sposito – Brusciano (Napoli)

Ristorante ANDREINI – Chef Cristiano Andreini – Alghero (Sassari)

Chiude il Rododendro di Mary Barale a San Giacomo di Boves in provincia di Cuneo. Leggete qui e grazie Gigi.

Pagina successiva »